Circolari per i clienti

Circolare per i clienti 15 febbraio 2017

Sommario

Anteprima | Adempimenti | Guide operative |

Anteprima

Decreto per i terremotati, sgravi modesti

Digitalizzazione alberghi: al via le istanze per le agevolazioni                                  

Spesometro trimestrale: esonerati agricoltori, P.A., forfettari e minimi                    

Opzione per la trasmissione elettronica dei dati, arrivano le indicazioni delle Entrate

MUD: disponibile il software per compilare il Modello 2017                                     

Esportatori, in caso di splafonamento vale la vecchia prassi                                

I chiarimenti del MISE in tema di iper e super-ammortamento                                 

Call center, illustrate le novità 2017

Dogane, nuove semplificazioni in arrivo                                                                  

Scioglimento della cooperativa per atto dell'autorità, la dichiarazione dei redditi è una sola                                                                                                                   

 

Adempimenti

Entro il 28 febbraio la trasmissione dati precompilato

C’è tempo fino al 28 febbraio 2017 per l’invio all’Agenzia delle Entrate dei dati degli oneri corrisposti nell’anno precedente, ai fini della dichiarazione precompilata, relativi a: quote di interessi passivi e oneri accessori per mutui in corso; premi si assicurazione sulla vita, causa morte e contro gli infortuni; contributi previdenziali e assistenziali; contributi versati alle forme di previdenza complementare; spese universitarie; spese funebri; spese per interventi volti alla riqualificazione energetica.

Guide operative

Le novità della dichiarazione dei redditi persone fisiche 2017                   

È stata pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate il modello definitivo e le relative istruzioni, della Dichiarazione Modello Redditi PF 2017. Tante le novità tra cui tra cui l’agevolazione sui premi di risultato per i dipendenti del settore privato, i crediti derivanti da dichiarazioni integrative a favore presentate oltre il termine della dichiarazione successiva e il credito d’imposta per le erogazioni liberali in denaro verso gli istituti del sistema nazionale di istruzione (c.d. “School bonus”).

Leggi dopo