Circolari per i clienti

Circolare per i clienti 15 marzo 2018

Sommario

Anteprima | Adempimenti | Guide operative |

Anteprima

MISE: riforma Camere di Commercio

La disclosure non finanziaria sotto la lente dei Commercialisti

Enti Locali, nuovi strumenti d’ausilio dal CNDCEC                                                

Turismo, al via la formula del Condhotel

Efficienza energetica, al via il Fondo nazionale

Terremotati, rateizzazione delle ritenute anche per i disoccupati

Tirocinio revisori, on-line le Linee Guida                                                                   

Dogane, la semplificazione procede

Canone RAI, in G.U. il Decreto che alza la soglia di esenzione

Agenzia delle Entrate, un unico indirizzo per gli interpelli “centrali”

Adempimenti

Al 3 aprile la spedizione telematica del Modello EAS                                                           

Entro il 3 aprile 2018 (la data originaria del 31 marzo, infatti, cade di sabato), gli enti associativi privati in possesso dei requisiti richiesti dalla normativa tributaria per godere delle disposizioni di favore legati alla non imponibilità per le quote e i contributi associativi percepiti, nonché, per determinate attività, devono trasmettere in via telematica, all'Agenzia delle Entrate i dati e le notizie rilevanti ai fini fiscali, mediante il modello EAS. Il modello EAS rappresenta quindi uno dei principali obblighi degli enti associativi senza scopo di lucro.

Guide operative

PIR: il regime fiscale agevolato chiarito dall’Agenzia delle Entrate                     

Al fine di canalizzare il risparmio delle famiglie verso gli investimenti produttivi in modo stabile e duraturo, facilitando la crescita del sistema imprenditoriale italiano, la Legge di Bilancio per il 2017 ha introdotto un regime di non imponibilità dei redditi di capitale e diversi di natura finanziaria derivanti da determinati investimenti, operati tramite piani individuali di risparmio a lungo termine (c.d. PIR) che rispettino le caratteristiche espressamente previste dalle norme (vincoli e divieti di investimento), nonché un regime di non imponibilità ai fini dell’imposta di successione. Con la circolare n. 3/E/2018 dell’Agenzia delle Entrate sono state date dettagliate indicazioni per l’applicazione delle disposizioni concernenti i piani di risparmio a lungo termine (PIR).

Leggi dopo