Circolari per i clienti

Circolare per i clienti 15 settembre 2018

Sommario

Anteprima | Adempimenti | Guide operative |

Anteprima

Dal CdM delega per il recepimento delle direttive europee e l’attuazione di altri obblighi

Otto per mille IRPEF a diretta gestione statale, c'è tempo fino al 1° ottobre per le istanze

Stretta ai reati contro la P.A., al via il DdL SpazzaCorrotti

Diritti doganali, al via i pagamenti tramite PagoPA

Dogane, nuovi chiarimenti sulle operazioni TIR

Avvisi bonari, ripartono i termini

Privacy, in G.U. il Decreto. Procedure semplificate per le PMI

Terzo settore, Statuti da riscrivere

Tessere sanitarie, abbattuti i tempi per il rilascio

Voucher digitalizzazione, domande di erogazione dal 14 settembre

 

Adempimenti

Rimborso IVA versata in altro Stato: l’istanza entro il 30 settembre

Scade il 30 settembre 2018 il termine per presentare la richiesta di rimborso dell’IVA da parte dei soggetti stabiliti in un paese UE diverso da quello del rimborso.

Per richiedere il rimborso dell’IVA allo Stato comunitario in cui è stata versata, il contribuente italiano deve presentare domanda di rimborso all’Agenzia delle Entrate.

Invece, per il cittadino comunitario non residente in Italia la richiesta di rimborso deve essere presentata all’amministrazione finanziaria del proprio Stato.

Quest’ultima, poi, la trasmetterà, telematicamente, a quella italiana.

Guide operative

Modello F24 con compensazioni: quando l’Agenzia delle entrate può bloccarlo?

L’Agenzia delle Entrate, con il provvedimento del 28 agosto 2018, ha attuato la norma, contenuta nella Legge di bilancio 2018 (art. 1, c. 990 Legge n. 205/2017), che dà la possibilità, alla stessa, di sospendere le deleghe di pagamento (modello F24).

In particolare, in base alle regole che entreranno in vigore il 29 ottobre 2018, l’Agenzia delle entrate potrà sospendere, per non più di 30 giorni, le deleghe di pagamento con compensazioni, se ravvisa elementi di richio.

In tal caso, procede ad un controllo al fine di valutare tali elementi e dare il via libera alla delega o, in caso di rischio fondato, scartare la stessa.

 

Leggi dopo