Circolari per i clienti

Circolare per i clienti 29 febbraio 2016

Sommario

Anteprima | Adempimenti | Guide operative |

Anteprima

Assonime, al vaglio tutte le agevolazioni per le PMI innovative                                 

Ispezioni lavorative, il ruolo del professionista                                                           

Vendite giudiziarie, fissati i compensi del professionista                                            

Start Up innovative: 15 agevolazioni per sceglierle                                                     

Enti Locali, il termine per l’aggiornamento del DUP è solo ordinatorio                    

Dal CNDCEC il facsimile di lettera d'incarico per la gestione della PEC del cliente   

Fallimento, on-line il manuale delle vendite competitive                                             

I super-ammortamenti secondo l'ARR                                                                         

Immobili in comodato ai figli, agevolazione dai confini stretti                                     

Cartelle di pagamento al restyling                                                                               

Adempimenti

Al 16 marzo il pagamento della tassa annuale sui libri sociali                                         

Il 16 marzo scade il termine per effettuare il versamento della tassa annuale per la numerazione dei libri e dei registri sociali obbligatori, per i quali sussiste l'obbligo della bollatura presso il Registro delle imprese o un notaio.

L’adempimento riguarda le società di capitali, le società in liquidazione ordinaria e quelle sottoposte a procedure concorsuali (escluso il fallimento) a condizione che sussista l'obbligo di tenuta di libri numerati e bollati secondo le disposizioni del Codice civile.

Guide operative

 La nuova disciplina dell’Interpello                                                                                        

L’interpello è uno strumento previsto dallo Statuto dei contribuenti, che permette al contribuente di inviare quesiti all’Amministrazione finanziaria per conoscere preventivamente un parere su determinate operazioni o l’applicazione delle disposizioni a casi concreti e personali, qualora ci siano obiettive condizioni di incertezza sulla corretta interpretazione delle disposizioni stesse.

Con la riforma apportata con il D.Lgs. 156/2015, attuativo di alcuni principi contenuti nella Legge n. 23/2014, tale istituto è stato modificato a partire dal 2016.

 

 

Leggi dopo