Circolari per i clienti

Circolare per i clienti 31 dicembre 2019

31 Dicembre 2019 Speciale corrispettivi telematici

Sommario

Anteprima | Adempimenti | Guide operative |

Anteprima

Smart box: qualificazione ai fini IVA e IRES   

Non agevolato il trasferimento di un terreno unito ad un capannone da demolire 

Lavoratori impatriati, nuovi chiarimenti sul periodo d'imposta interessato dal beneficio

Novità dell’IFRS 16  

Work for equity fuori dal perimetro dell’agevolazione R&S

Forfettari e diritti d'autore: sui proventi non si applica la ritenuta

Trasmissione tardiva delle fatture, l’Agenzia precisa sulle sanzioni

Riserva in sospensione d'imposta: distribuzione a seguito di trasformazione regressiva

Attività spettacolistiche escluse dall’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi

Accordo di ristrutturazione ante 2016 senza solidarietà del cessionario

Adempimenti

Dal 1° gennaio 2020 scatta l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi

Scatta dal 1° gennaio 2020 per tutti i soggetti passivi IVA che effettuano operazioni nell'ambito del commercio al dettaglio o di attività assimilate ex art. 22 del DPR 633/72, l’obbligo di memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi, come previsto dall’art. 2 c. 1 D.Lgs. 127/2015. Tale obbligo è stato anticipato al 1° luglio 2019 per i commercianti al minuto con volume d’affari superiore a 400.000 euro.

 

Guide operative

Contratti di appalto: i nuovi obblighi dei committenti 

Nel corso di approvazione alla Camera del Decreto fiscale 2020 (DL 124/2019) è stata modificata completamente la norma (art. 4) che introduce importanti novità in capo ai committenti ed esecutori nei contratti di appalto il cui valore supera i 200.000 euro. In particolare, pur restando, in capo agli esecutori, l’obbligo di versare le ritenute sui lavoratori impiegati nell’appalto, sono previsti particolari adempimenti e responsabilità anche per i committenti.

Leggi dopo