Focus

Agevolazioni fiscali sul risparmio energetico, il quadro aggiornato

Sommario

Introduzione | In cosa consiste l’agevolazione | Le diverse misure di detrazione dei costi sostenuti | Le maggiori detrazioni per i condomini | Chi può usufruirne | La cessione del credito: le nuove regole in vigore dal 2018 | Come effettuare i pagamenti per beneficiare della detrazione | I documenti da trasmettere |

 

L’Agenzia delle Entrate, con l’aggiornamento di una sua guida, illustra le varie tipologie di lavori per i quali si possono richiedere le detrazioni per il risparmio energetico: in linea generale vengono confermate nella misura del 65%; tuttavia, per alcuni interventi, già dall’anno scorso la percentuale di detrazione è cambiata. In particolare, è stata ridotta al 50% per l’acquisto e la posa in opera di finestre, schermature solari e impianti di climatizzazione invernale dotati di generatori di calore alimentati da biomasse combustibili. È aumentata, invece, per le opere sulle parti comuni realizzate in edifici appartenenti alle zone sismiche 1, 2 o 3 e finalizzate anche alla riduzione del rischio sismico: 80%, se i lavori effettuati comportano il passaggio a una classe di rischio inferiore; 85%, se si ottiene la riduzione di due o più classi di rischio sismico.

Leggi dopo