Focus

Il ravvedimento operoso: riepilogo della disciplina

Sommario

Introduzione | I presupposti di applicabilità dell’istituto | La misura del ravvedimento | Tabella riassuntiva | Casi pratici |

 

L'istituto del ravvedimento operoso, contenuto nell'art. 13 del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 472, consente la spontanea regolarizzazione di violazioni, irregolarità od omissioni tributarie commesse sia dall'autore che dai coobbligati, beneficiando di rilevanti riduzioni delle sanzioni. Si tratta di una disposizione volta a premiare i contribuenti che decidono, spontaneamente, di regolarizzare l'illecito commesso, logica conseguenza del “nuovo” atteggiamento di un fisco attento anche al comportamento “riparatore” del contribuente. Il ravvedimento operoso, negli ultimi anni, è stato oggetto di numerose modifiche: tra le più significative vi sono, di sicuro, quelle introdotte – da ultimo – dal D.L. 22 ottobre 2016, n. 193 e dalla L. 23 dicembre 2014, n. 190.

Leggi dopo