Focus

Impugnazione infondata: il raddoppio del contributo unificato non vale per il processo tributario

Sommario

Le censure del giudice a quo | Manca il "diritto vivente"? | Il raddoppio del contributo unificato vale solo per i giudizi civili |

 

Il fatto di non aver tenuto conto dell’opzione ermeneutica fondata sull’insuscettibilità dell’applicazione estensiva o analogica al processo tributario del raddoppio del contributo unificato e sul tenore testuale della disposizione impugnata, che circoscrive la sua operatività al processo civile, rende inammissibile la questione di legittimità costituzionale dell’art. 13, c. 1-quater, DPR n. 115/2002. Lo ha stabilito la Corte Costituzionale, con la sentenza n. 18, depositata il 2 febbraio 2018.

Leggi dopo