Focus

Indicatori di “compliance”: luci ed ombre del nuovo sistema di valutazione di affidabilità fiscale

Sommario

Inquadramento | I nuovi Studi di Settore 2017: nuovo approccio del Fisco verso il Contribuente | Le novità dello strumento di valutazione di “affidabilità fiscale” | Il probabile funzionamento: alcuni dettagli tecnici | Alcuni cenni, per quanto noto ad oggi, in tema di operatività dello strumento | Alcune riflessioni sui “nuovi studi di settore” | Quali benefici per il contribuente? | Un’ultima riflessione sulla posizione dei professionisti |

 

Il 7 settembre scorso si è tenuta la presentazione, da parte della Commissione degli Esperti per gli studi di settore, degli "indicatori di compliance", il nuovo strumento di accertamento presuntivo che dovrebbe sostituire gli studi di settore, progressivamente a partire dal 2017: tale sistema è di fatto un indicatore del grado di affidabilità dei contribuenti. I nuovi indicatori di compliance punteranno su una elaborazione statistico-economica dei dati dichiarati dal contribuente, che assegnerà una valutazione su una scala da 1 a 10, evidenziando il complessivo grado di “affidabilità” del contribuente. Ecco alcuni dettagli sul funzionamento del nuovo strumento accompagnati da una riflessione”a caldo” sulla loro imminente introduzione.

Leggi dopo