Focus

La deduzione degli interessi passivi per i soggetti Ires: nuova veste per l'art. 96 T.U.I.R.

14 Gennaio 2019 |

Art. 96 T.U.I.R.

Interessi

Sommario

Premessa e quadro normativo | La nuova nozione di interessi passivi e oneri finanziari | Il ROL fiscale | Il riporto delle eccedenze di ROL | Altre novità | Norme transitorie |

 

Il D.Lgs. 29 novembre 2018, n. 142, in attuazione della direttiva Ue 2016/1164 (cd. direttiva "Atad"), ha riscritto completamente l'art. 96 del T.U.I.R. in materia di deduzione degli interessi passivi per i soggetti IRES. Le modifiche, pur non mutando il principio generale della norma secondo cui gli interessi passivi sono deducibili nei limiti degli interessi attivi e del 30% del Risultato Operativo Lordo (ROL), riguardano l'individuazione degli interessi passivi rilevanti per il conteggio, la determinazione del ROL e il riporto delle eccedenze di tale ultima grandezza. Viene altresì prevista una norma transitoria che contiene le regole per il passaggio dal "vecchio" regime a quello nuovo, precisando che le novità impattano a partire dal periodo d'imposta 2019. Per il 2018 si rende applicabile l'art. 96 del T.U.I.R. nella versione vigente a partire dal periodo d'imposta 2008 (anno dell'introduzione ad opera della Legge n. 244/2007).

Leggi dopo

Le Bussole correlate >