Focus

La fatturazione elettronica nei confronti dei "privati"

Sommario

I soggetti interessati | Le fatture intracomunitarie | Le fatture elettroniche emesse nei confronti dei “privati” non in possesso del numero di partita IVA | La decorrenza del nuovo obbligo dal 1° luglio 2018 |

 

La legge di Bilancio 2018, che sarà approvata entro la fine dell’anno, prevede per tutti i contribuenti, con decorrenza dal 1° gennaio 2019, l’introduzione dell’obbligo di emissione delle fatture in formato elettronico. La novità riguarderà, quindi, le fatture emesse nei confronti dei privati, ancorché non in possesso della soggettività passiva ai fini IVA, a condizione che siano residenti o stabiliti nel territorio dello Stato. L’introduzione del nuovo obbligo sembra essere positivo in quanto il legislatore dovrebbe prevedere, quale contropartita, l’eliminazione di alcuni adempimenti e tra questi lo Spesometro. Tuttavia, in base ad un primo approfondimento del testo normativo, è possibile individuare una serie di criticità che rendono meno vantaggiosa la misura.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >