Focus

Riforma esecuzione forzata, come cambia l’attività dei professionisti delegati

Sommario

Premessa | Come cambia l’esecuzione forzata | Procedure di espropriazione immobiliare: impatto sull’attività del custode e del professionista delegato | Provvedimenti di liberazione dell’immobile pignorato | Attività del custode | Diritto di esaminare i beni in vendita | Inadempienze dell’aggiudicatario dell’immobile | Progetti di distribuzione parziali | Rapporto dell’attività del professionista | Elenchi per la nomina dei professionisti delegati |

 

Il processo di esecuzione forzata ha subito un recente restyling ad opera del D.L. n. 59/2016. Le novità, che hanno effetto a partire dal 3 luglio scorso, seguono di poco due altri interventi del Legislatore contenuti nel D.L. n. 132/2014 e nel D.L. n. 83/2015. Alla luce di tutte queste modifiche normative, cambiano alcuni aspetti sostanziali dell’esecuzione forzata sia mobiliare che immobiliare. Appare, quindi, opportuno capire quali sono gli impatti sull’attività dei professionisti che si occupano di tali procedure, primi fra tutti commercialisti e avvocati. Torna utile un recente lavoro curato dalla FNC che propone una analisi completa e puntuale di tutte le novità.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >