Focus

Vantaggi e limiti della nuova flat - tax per i pensionati stranieri. Risorsa o incognita per le Regioni del sud?

05 Febbraio 2019 |

Art. 1, co. 273-274, Legge 30 dicembre 2018, n. 145

Pensioni estere

Sommario

Premessa: l'intervento della Legge di Bilancio | Vantaggi e limiti di tale disposizione | In conclusione |

 

La Legge di Bilancio n. 145/2018 ha, tra le varie norme, previsto quella per attrarre nel Meridione i pensionati stranieri concedendo loro un regime fiscale di favore alla stregua di quanto hanno già fatto nel recente passato Paesi europei ed extra europei. L'art. 1, comma 273 e 274, ha stabilito che le persone fisiche, titolari di pensioni estere, che trasferiscano la propria residenza in Italia, e più precisamente in un Comune del Mezzogiorno (Sicilia, Calabria, Sardegna, Campania, Basilicata, Abruzzo, Molise e Puglia), con una popolazione non superiore a ventimila abitanti, possano optare per l’assoggettamento del loro reddito pensionistico percepito da fonte estera ad una imposta “piatta”, ovvero sostitutiva del 7%.

Leggi dopo