Guide agli adempimenti

Come "rettificare" in Bilancio l'errore e come gestire il cambiamento di un principio contabile

Sommario

Introduzione | Finalità e ambito di applicazione | Cambiamento di principi contabili | Cambiamento di stime contabili | Correzione di errori | Fatti intervenuti dopo la chiusura |

 

All'indomani della riforma contabile 2016 - frutto delle novità previste dal D.Lgs 139/2015, il cosiddetto "Decreto Bilanci" che ha attuato la Direttiva 2013/34/UE - molti professionisti si sono interrogati sui riflessi che le stesse avrebbero apportato al lavoro quotidiano. Molte le riflessioni e i dubbi interpretativi posti relativamente a quell'iter procedurale che i redattori di bilancio seguivano e che, alla luce delle tante novità introdotte, meritava una revisione. Il riesame dei Principi Contabili è stata una conseguenza naturale - prevista anche dall'articolo 12 del D.Lgs 139/2015 - e recepita dall'Organismo Italiano di Contabilità che ha revisionato gli OIC interessati per così dire al "cambiamento". Tra questi, oggetto del presente approfondimento, il principio contabile "OIC 29" che disciplina il trattamento contabile e l’informativa da fornire nella nota integrativa degli eventi che riguardano i "Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzione di errori, fatti intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio" e, come sappiamo, è applicabile direttamente agli esercizi con inizio a partire dal 1°gennaio 2016.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >