Guide agli adempimenti

Credito d’imposta ricerca e sviluppo, quadro aggiornato della disciplina

Sommario

Inquadramento | Soggetti interessati | Attività di ricerca e sviluppo ammissibili | Spese ammissibili | Spese escluse | Percentuali e limiti | Esempio di calcolo | Indicazione in dichiarazione e utilizzo | Certificazione degli investimenti | Controlli e sanzioni |

 

A favore delle imprese che investono in attività di ricerca e sviluppo, per il periodo 2015-2020, è prevista la possibilità di fruire di un credito d’imposta (art. 3 D.L. 23 dicembre 2013, n. 145; D.M. 27 maggio 2015). L’intento è quello di stimolare la spesa privata in ricerca e sviluppo per innovare processi e prodotti e garantire la competitività futura delle imprese. In sintesi, si tratta di un credito d’imposta nella misura del 25%, elevata al 50% in alcuni casi specifici, delle spese sostenute in eccedenza rispetto alla media dei medesimi investimenti realizzati nei tre periodi d'imposta precedenti a quello in corso al 31 dicembre 2015.

Leggi dopo