Guide agli adempimenti

Guida operativa al Processo tributario telematico

Sommario

La decorrenza del nuovo obbligo | Il regime del “doppio binario” e il divieto dell’“ibrido” | L’iter cartaceo: le uniche ipotesi residuali | Il file nativo digitale | L’attestazione di conformità all’originale | Le modalità di conferimento della procura: la modalità nativa digitale | Le modalità di conferimento della procura (segue): la modalità analogica | La notifica telematica | La centralità dell’indirizzo p.e.c. del professionista presente nel registro INI – PEC | Il canale della p.e.c.: la notifica telematica diretta e la notifica telematica a mezzo ufficiale giudiziario | L’individuazione della p.e.c. di destinazione del ricorso | La predisposizione della p.e.c. per la notifica del ricorso o dell’appello | La costituzione in giudizio mediante il S.I.Gi.T. | La nota di iscrizione a ruolo telematica: il caricamento dei documenti e il contributo unificato tributario | La validazione e la trasmissione della n.i.r.: la ricevuta sincrona | I controlli del S.I.Gi.T. e l’attribuzione del numero di ruolo |

 

Il processo tributario telematico è obbligatorio dal 1° luglio 2019. Infatti, come previsto dal DL 119/2018, l’art.16 bis, co.3, D.Lgs. 546/1992 ("comunicazioni, notificazioni e depositi telematici”), che stabilisce l’obbligo del p.t.t., si applica ai giudizi instaurati - in primo e secondo grado - con ricorso o con appello notificati dal 1° luglio p.v. Diviene obbligatoria la modalità telematica, con la notifica a mezzo PEC e il deposito attraverso il sistema informativo della giustizia tributaria (S.I.Gi.T.).

Leggi dopo

Le Bussole correlate >