Guide agli adempimenti

Il versamento del saldo IMU e TASI

Sommario

Prespposto impositivo | Esenzione per l’abitazione principale | Immobili assimilati all’abitazione principale | Comodato concesso ai parenti in linea retta | Locazione a canone concordato | Terreni agricoli | Immobili merce | Immobili di enti non commerciali | Base imponibile IMU e Tasi | Aliquota IMU | Aliquota Tasi | Modalità di versamento | Tardivo o omesso versamento |

 

Il prossimo 17 dicembre (quest’anno il 16 cade di domenica) si dovrà effettuare il versamento del saldo IMU (imposta sugli immobili) e il versamento del saldo Tasi (Tassa sui servizi indivisibili) 2018. Tali imposte si devono versare per anno solare, proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell’anno nei quali vi è il possesso dell’immobile. IMU è Tasi vanno generalmente versate ogni anno in due rate la prima a titolo di acconto entro il 16 giugno e la seconda, a titolo di saldo, entro il 16 dicembre, applicando quanto deliberato dal Comune ed in vigore per l’anno cui si riferisce il tributo. Tali rate potrebbero risultare di importo differente a seguito ad esempio di una variazione della situazione dell’immobile, o del diverso trattamento previsto dal Comune per l’anno d’imposizione rispetto al periodo precedente, fermo restando che anche per il 2018 i Comuni (salvo alcune eccezioni) non hanno potuto incrementare il carico impositivo rispetto a quello risultante per il 2015.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >