Guide agli adempimenti

La rottamazione bis 2018: ecco cosa fare entro il 15 maggio

Sommario

Introduzione | I ruoli ammessi alla nuova sanatoria | La condizione per l’accesso alla rottamazione bis, per i vecchi ruoli in rateazione | Il risparmio derivante della rottamazione e il suo perfezionamento | Il termine per l’adesione e gli effetti della presentazione della domanda | Il modello DA 2000/17 | Le modalità di pagamento delle somme | Il modello DA-S | L’impegno alla rinuncia ai giudizi in corso | L’iter della procedura | La rottamazione bis e i rapporti con le precedenti e nuove dilazioni |

 

Dopo il bilancio positivo dello scorso anno, il Legislatore ha riproposto la sanatoria dei carichi pendenti con l’agente della riscossione, estendendola anche a quelli del 2017 fino a settembre, ma non sono solo questi a poter essere definiti con la nuova sanatoria. Sono stati, innanzitutto, riammessi quelli che rientravano nella prima versione, ma per i quali non era stata presentata la domanda (entro il 21 aprile 2017). Inoltre, sarà possibile recuperare i vecchi ruoli, oggetto di una precedente dilazione non interamente saldata al 31 dicembre 2016, che, per questo, erano rimasti esclusi dalla prima versione della sanatoria. Vediamo, dunque, quali sono gli step per aderire alla rottamazione bis, con scadenza 15 maggio.

Leggi dopo