Guide agli adempimenti

Voucher per la digitalizzazione: i chiarimenti MISE sull'assegnazione del contributo alle micro, piccole e medie imprese

24 Novembre 2017 | Impresa

Sommario

Introduzione | Le tappe della digitalizzazione | L'agevolazione | Dotazione finanziaria | Beneficiari | Ambito e finalità dell'agevolazione | Attività e spese ammissibile | La domanda | Erogazione del contributo | Revoca agevolazione |

 

Sono ben 100 milioni le risorse finanziare, ripartite su base regionale, che permetteranno alle imprese italiane di traghettare nel digitale. Grazie al Decreto Direttoriale del 24 ottobre 2017 è, infatti, ai blocchi di partenza la disciplina attuativa dei Voucher per la digitalizzazione delle micro, piccole e medie imprese. Moltissime le realtà imprenditoriali, in qualsiasi forma giuridica costituite e qualunque regime contabile adottato, che dal 15 gennaio 2018 potranno compilare la domanda per usufruire del Voucher che favorisce il processo di digitalizzazione delle imprese. Un contributo a fondo perduto, concesso ai sensi del Regolamento de minimis, dedicato alle MPMI per un importo non superiore a 10.000 euro e nella misura massima del 50% delle spese, ritenute ammissibili, sostenute per favorire soluzioni di e-commerce, la connettività a banda larga e ultralarga, la formazione qualificata in ambito ICT del personale e tutto ciò che riguarda l'acquisto di software, di hardware e di servizi per incoraggiare il passaggio delle imprese al digitale e migliorare conseguentemente la loro efficienza nei processi e nel business.

Leggi dopo