News

ACE, ok alla revisione delle disposizioni attuative

Il Dipartimento dell’Economia e delle Finanze ha emesso, venerdì scorso, un nuovo decreto (datato 3 agosto 2017) in merito all’Ace (Aiuto alla Crescita Economica). Il decreto, del quale si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, costituisce “la revisione delle disposizioni di attuazione della disciplina”, spiega la relazione illustrativa.

 

Tra i beneficiari, compaiono sia soggetti IRES che IRPEF (imprese individuali e società di persone operanti in regime di contabilità ordinaria, per natura o per opzione). Ai fini del calcolo dell’incremento di capitale proprio, rilevano gli effetti derivanti dalla nuova modalità di contabilizzazione dei costi di ricerca e pubblicità.  

 

Il nuovo decreto abroga il precedente DM 14 marzo 2012, definendo gli effetti a fini ACE dei nuovi OIC: la modifica delle disposizioni di attuazione dell’ACE ha come presupposto la gestione degli effetti delle modifiche apportate con il D.Lgs. 18 agosto 2015, n. 139 in tema di composizione e struttura del bilancio dei soggetti diversi da coloro che applicano i principi contabili internazionali IAS/IFRS.

 

È stato quindi rimodulato il perimetro delle disposizioni antielusive, per evitare effetti moltiplicativi dei benefici dell’ACE che, comunque, non si applicherà alle società assoggettate a procedura di fallimento o di liquidazione, a quelle assoggettate a procedura di amministrazione straordinaria, quelle che svolgono come attività prevalente quelle per le quali hanno esercitato l’opzione di “tonnage tax” e quelle agricole che determinano il reddito secondo la disciplina del reddito agrario.

Leggi dopo