News

Agenzia delle Entrate, 19 miliardi recuperati nel corso del 2018

16,2 miliardi di euro tornati nelle casse dello Stato grazie alle ordinarie attività di controllo (pari all’11% in più rispetto all’anno precedente). È questo il dato macroscopico più rilevante che emerge dall’azione svolta dall’Agenzia delle Entrate nel 2018: il Fisco, in una nota diffusa ieri, ha spiegato che queste somme sono state effettivamente incassate tramite versamenti diretti (+10%), lettere per la compliance (+38%) e ruoli (+4%). Diminuiscono invece le entrate derivanti da liti fiscali (-87%), rottamazione (-41%) e voluntary disclosure (-25%), che portano comunque il totale delle somme recuperate a ben 19,2 miliardi di euro. In totale le entrate “straordinarie” ammontano quindi a circa 3 miliardi di euro. Anche il gettito spontaneo relativo ai principali tributi gestiti dall’Agenzia delle Entrate (imposte dirette e indirette, imposte regionali e comunali) cresce, passando dai 414 miliardi del 2017 ai quasi 420 miliardi (+1,4%) del 2018. Dal canto suo, l’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha riportato complessivamente nelle casse dello Stato 10 miliardi di euro.

 

È anche tempo di bilanci per la principale novità introdotta nel mondo fiscale, cioè l’e-fattura: alla data di ieri, sono circa 2,7 milioni gli operatori che hanno inviato 350 milioni di e-fatture, con una percentuale di scarto pari al 3,85%. Ed è proprio grazie alle analisi del rischio basate sulle fatture elettroniche del portale Fatture e Corrispettivi che, in appena un paio di mesi, è stato smascherato un complesso sistema di frodi messo in atto attraverso false fatturazioni tra società cartiere e sono stati scoperti e bloccati falsi crediti IVA per 688 milioni di euro.

Leggi dopo