News

Aree di crisi industriale, al via la riforma

 

La riforma della L. 181/89 sulle aree di crisi industriale è giunta a compimento: in Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il decreto contenente la revisione delle condizioni e delle modalità per l'attuazione degli interventi di riconversione e riqualificazione (Decreto 30 agosto 2019; GU 17 ottobre 2019 n. 244). La riforma, improntata a rende lo strumento più agevole e accessibile alle PMI e alle reti d’imprese, nonché più funzionale a investimenti strategici ad alto contenuto tecnologico e con forte impatto occupazionale nei territori interessati, prevede:

  • abbassamento della soglia minima di investimento da 1,5 milioni di euro a 1 milione di euro;
  • procedure semplificate per l’accesso alle agevolazioni delle piccole imprese con investimenti inferiori a 1,5 milioni di euro;
  • la percentuale del finanziamento agevolato che passa dal 50% fisso ad una percentuale che va dal 30 al 50%, a scelta dell’impresa;
  • nuove tipologie di sostegno per favorire la formazione dei lavoratori e accordi di sviluppo per programmi di investimento strategici di importo pari o superiore ad 10 milioni di euro e con un significativo impatto occupazionale (c.d. fast track).

Il MISE, tramite una Circolare di prossima emanazione, fornirà le indicazioni sui criteri e le modalità di concessione delle agevolazioni al fine di rendere operative le novità introdotte.

Leggi dopo