News

Assonime sul regime IVA applicabile ai trasporti urbani di persone

Pubblicata nella giornata di venerdì da Assonime la Circolare n. 7 a firma di Stefano Micossi - intitolata IVA – Aliquote – Servizi di trasporto urbano di persone per via marittima, lacuale, fluviale e lagunare” – che analizza l’evoluzione normativa riguardante il trattamento IVA dei servizi di trasporto di persone.

 

La Circolare, in particolare, esamina le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio 2017 al regime IVA dei trasporti urbani di persone effettuati per via marittima, fluviale, lacuale e lagunare. Dal 1° gennaio di quest’anno tali trasporti non sono più esenti da tributo, come previsto dalla precedente disciplina, ma sono imponibili con applicazione dell’aliquota ridotta del 5% prevista dalla Tabella A, parte II-bis, allegata al D.P.R. n. 633 del 1972.

 

Il Direttore dell'Associazione, dopo un breve excursus sulla disciplina previgente, analizza le modifiche introdotte dalla Legge di Bilancio che riguardano in particolare:

  • l’eliminazione del regime di esenzione IVA previsto per i servizi di trasporto urbano di persone mediante mezzi abilitati al trasporto marittimo, lacuale, fluviale e lagunare;
  • introduzione del n.1-ter nella Tabella A, parte II-bis, allegata al D.P.R. n. 633 del 1972, relativa ai beni e servizi soggetti ad aliquota IVA ridotta del 5%.

 

Le nuove disposizioni, come previsto dal comma 35 della Legge, trovano applicazione a partire dal 1° gennaio 2017. Di conseguenza, risultano assoggettati ad IVA con la nuova aliquota del 5% i servizi di trasporto urbano di persone, resi per via marittima, lacuale, fluviale e lagunare, effettuati a partire dalla data predetta.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >