News

Attivazione graduale dei registratori telematici per i soggetti con volume d’affari oltre 400mila euro

Per i commercianti al minuto con volume d’affari superiore a 400mila euro, non sussiste l’obbligo di mettere in servizio i nuovi registratori telematici fino al 1° luglio 2019; tuttavia, i registratori dovranno essere predisposti entro la decorrenza dell’obbligo. Il chiarimento arriva dall’Agenzia delle Entrate, con la Risposta ad interpello n. 139, pubblicata ieri. La Risposta chiarisce i dubbi di un ristoratore che possiede diversi punti vendita e che medita una gestione differenziata della certificazione a seconda dei ristoranti in suo possesso, chiedendo se sia possibile l’installazione graduale dei registratori telematici.

 

L’Agenzia delle Entrate ha risposto che l’obbligo di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati relativi ai corrispettivi giornalieri, per coloro che hanno un volume d’affari superiore a 400mila euro, è anticipato dal 1° gennaio 2020 al 1° luglio 2019. Memorizzazione e trasmissione devono avvenire «mediante strumenti tecnologici che garantiscano l’inalterabilità e la sicurezza dei dati» (le informazioni da trasmettere, le regole tecniche, gli strumenti tecnologici ed i termini per la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri sono contenute nel Provv. AE 28 ottobre 2016 n. 182017 ).

 

 

Ciò detto, l’Agenzia ha osservato che i registratori telematici tempestivamente predisposti, ossia censiti ed attivati entro il 30 giugno 2019 per i soggetti con volume d’affari superiore a 400mila euro, non hanno necessità di entrare in servizio prima della decorrenza dell’obbligo, cioè prima del 1° luglio 2019. «Ferma restando la memorizzazione e trasmissione dal 1° luglio 2019, i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro possono sostituire (o aggiornare) gradualmente i propri registratori di cassa con i nuovi registratori telematici, utilizzando questi ultimi come i precedenti sino al 30 giugno 2019, e metterli in servizio con le nuove funzionalità dal giorno successivo».

 

Leggi dopo