News

In aumento le Partite IVA: +5,7%

Nel terzo trimestre dell’anno sono state aperte 101.498 nuove Partite IVA, registrando un aumento del 5,7% rispetto al corrispondente periodo dell’anno 2018. A certificarne la crescita è l'Osservatorio del Ministero dell'Economia.

 

Nel periodo in esame 49.171 nuovi avvianti hanno aderito al regime forfettario (48,4% del totale delle nuove aperture), con un incremento del 30,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Ad aumentare sono, infatti, le persone fisiche (+8,3%) mentre registrano un calo le forme societarie (-3,6% per le società di capitali e -4,9% per le società di persone). Crescono le aperture da parte di soggetti non residenti (+44%), come già rilevato in altri trimestri, per via dello sviluppo della web economy.

 

A livello territoriale, il 44,3% delle nuove aperture è localizzato al Nord, il 22,1% al Centro e il 33,2% al Sud e Isole. Il confronto con lo stesso periodo dell’anno precedente evidenzia che i principali incrementi di avviamenti sono avvenuti in Piemonte (+16,2%), in Lombardia (+11,5%) e in provincia di Bolzano (+11,2%). Le diminuzioni più consistenti in Valle d’Aosta (-19,7%), Calabria (-3,6%) e Sardegna (-3%).

 

In base alla classificazione per settore produttivo, il commercio raccoglie il maggior numero di avviamenti di Partite IVA con il 20,5% del totale, seguito dalle attività professionali (16,1%) e dalle costruzioni (9,2%). Rispetto al terzo trimestre del 2018, tra i settori principali i maggiori aumenti si segnalano nell’istruzione (+21,2%), nelle attività professionali (+16,2%) e nei servizi d’informazione (+13,6%). L’unico settore in flessione è la sanità (-5,8%). 

Leggi dopo