News

Bilancio d’esercizio e consolidato, Assirevi aggiorna le check list

Come ogni anno, Assirevi (Associazione Italiana Revisori Contabili) ha pubblicato le liste di controllo dei principi di redazione del bilancio d’esercizio e del bilancio consolidato, desinate sia a revisori contabili, sia ai soggetti direttamente coinvolti nella redazione del bilancio. Le liste, contenute nel Quaderno n. 14 del gennaio 2015, sono state aggiornate con le modifiche che, nel corso del 2014 e fino a gennaio 2015, sono state apportate ai principi contabili nazionali OIC. 

Detti principi, infatti, sono stati oggetto di un’attività di revisione e aggiornamento che ha comportato un riordino generale delle tematiche, anche mediante l’introduzione di nuovi principi contabili. Tra le principali novità, di cui le check list danno conto, si segnalano:

  • il nuovo OIC 9, sulle svalutazioni per perdite durevoli di valore delle immobilizzazioni materiali e immateriali, che introduce un approccio semplificato per le imprese di minori dimensioni nella determinazione del valore d’uso;
  • il nuovo OIC 10 dedicato al rendiconto finanziario, che considera la liquidità quale risorsa finanziaria da prendere come riferimento, escludendo la possibilità di utilizzare il capitale circolante netto;
  • la nuova disciplina introdotta nell’OIC 15 (“Crediti”) relativamente alla cancellazione dei crediti solo previo trasferimento sostanziale di tutti i rischi, e le modiche introdotte alle regole di determinazione della componente finanziaria in presenza di crediti commerciali a lungo termine infruttiferi o con tassi di interesse irragionevolmente bassi;
  • il nuovo OIC 21, che tratta la disciplina delle partecipazioni e prevede che, ai fini della classificazione nell’attivo circolante o immobilizzato, deve essere considerata anche la volontà della direzione aziendale e l’effettiva capacità della società di detenere i titoli per un periodo prolungato di tempo.

Il Quaderno contiene le liste di controllo relative ai principi di redazione del bilancio d’esercizio (società ai cui bilanci sono applicabili le disposizioni degli artt. 2423 e successivi del Codice Civile) e ai principi di redazione del bilancio consolidato (società ai cui bilanci sono applicabili le disposizioni del D.Lgs. n. 127/1991). Assirevi precisa che le check list in parola, pur rappresentando “un utile strumento ai fini dell’analisi della conformità dell’informativa di bilancio con le norme ed i principi contabili”, hanno carattere generale, essendo state predisposte a scopo esemplificativo, e che forma, contenuto e ampiezza delle check-list utilizzate concretamente nell’ambito della revisione dipendono da vari fattori (dimensioni aziendali, natura dell’attività dell’impresa e valutazione dei rischi di revisione), la cui valutazione compete al soggetto incaricato della revisione: ne consegue che le check-list utilizzate nell’ambito della revisione “potranno differire anche significativamente” da quelle incluse nel Quaderno.

Leggi dopo