News

Campione d’Italia, riduzione forfetaria del cambio al 42,08%

Per il periodo di imposta 2015 la riduzione forfetaria del cambio da applicare, ai sensi dell’art. 188-bis T.U.I.R., ai redditi delle persone fisiche iscritte nei registri anagrafici di Campione d’Italia, prodotti in franchi svizzeri nel territorio dello stesso Comune per un importo complessivo non superiore a 200.000 franchi, è pari al 42,08%.

 

Così ha stabilito il Provvedimento n. 21924/2016 emanato ieri dall’Agenzia delle Entrate che aumenta di oltre 10 punti percentuali il cambio applicato lo scorso anno ai redditi relativi al 2014, fermo al 31,34% (si veda la nostra news del 16 febbraio 2015). Come spiegato nel Provvedimento la causadell’impennata è dovuta all’abbassamento del cambio franco-euro."Le medie annuali dei cambi del franco svizzero in euro, comunicati dalla Banca d’Italia – si legge nel Provvedimento - sono pari per il 2014 a 1,21462 e per il 2015 a 1,06786. La media annuale del cambio del franco svizzero in euro per il 2015 ha registrato una riduzione dello -0,14676 rispetto alla media annuale del 2014, che corrisponde a uno scostamento percentuale medio annuale registrato tra le valute pari a -12,08 per cento. La riduzione del numero medio annuale di franchi svizzeri necessari per acquistare un euro, concretizzando un aumento del reddito in euro derivante dalla rivalutazione del franco svizzero, comporta una maggiorazione percentuale della riduzione forfetaria".

Leggi dopo

Le Bussole correlate >