News

Canone RAI in discesa: nel 2017 passa da 100 a 90 euro

12 Gennaio 2017 | Legge di Bilancio 2017
Visualizzazione ZEN

Nel 2017 il canone RAI scende da 100 a 90 euro. La novità è portata in dote dalla manovra finanziaria di fine anno (art. 1comma 40 della L. 232/2016) ed è giustificata dal fatto che le nuove modalità di raccolta dell’imposta, introdotte dalla Stabilità 2016, si sono rivelate particolarmente efficaci.

 

Da quando il canone è entrato in bolletta, stando alla relazione tecnica della Legge di Bilancio che ne dispone la riduzione, è aumentata la platea dei contribuenti che lo pagano. “In tal senso – si legge nella relazione - le maggiori entrate, prudenzialmente non quantificate, erano state in ogni caso ritenute di entità tale da garantire almeno il gettito scontato in termini di canone, IVA e tasse di concessioni governative”.

 

La riduzione segue quella già disposta dalla  Stabilità 2016 per l’anno in corso che ha visto l’abbassamento del canone da 113,5 euro dovuti per il 2015 a 100 euro dovuti per il 2016. Per gli anni dal 2016 al 2018, sempre la Stabilità 2016, prevede che le eventuali maggiori entrate versate a titolo di canone RAI rispetto alle somme già iscritte a tale titolo nel bilancio di previsione per l'anno 2016 siano riversate all'Erario per una quota pari al 33% del loro ammontare per l'anno 2016 e del 50% per ciascuno degli anni 2017 e 2018.

 

Tali maggiori introiti sono destinati:

  • all'ampliamento sino ad euro 8.000 della soglia reddituale prevista ai fini della esenzione dal pagamento del canone in favore di soggetti di età pari o superiore a settantacinque anni;
  • al finanziamento, fino ad un importo massimo di 100 milioni di euro in ragione d'anno, del Fondo per il pluralismo e l'innovazione dell'informazione istituito nello stato di previsione del Ministero dell'Economia e delle Finanze;
  • al Fondo per la riduzione della pressione fiscale.
Leggi dopo

Le Bussole correlate >