News

Cessioni di carburanti per autotrazione: riepilogo degli adempimenti IVA

21 Ottobre 2019 |

Risp. AE 11 ottobre 2019 n. 412

Distributore di carburante

Premessa

Gli adempimenti da osservare in caso di cessione di carburanti per autotrazione presso impianti stradali di distribuzione variano a seconda delle caratteristiche del soggetto acquirente: soggetto IVA che agisce nell’esercizio di impresa, arte o professione (cessioni c.d. B2B), consumatori finali (cessioni B2C) a cui sono assimilati i soggetti in regime di vantaggio o in regime forfettario.

Regole particolari si applicano nel caso di cessioni effettuate da datori di lavoro ai propri dipendenti in forza di un contratto di netting.

 

Cessioni a imprenditori/professionisti

Dal 2019, la cessione è necessariamente documentata da una fattura elettronica; essa sostituisce la scheda carburante, che pertanto è stata soppressa.

 

Cessioni a consumatori finali

Bisogna distinguere a seconda del tipo di impianto di distribuzione o del tipo di carburante, come indicato nella tabella seguente.

Tipo di impianto di distribuzione

Tipo di carburante

Obbligo

impianti di distribuzione self service ad elevata automazione

benzina/gasolio utilizzati come carburanti per motori

dal 1° luglio 2018: trasmissione telematica dei corrispettivi (*)

altri tipi di carburante (es. gpl, gas metano ecc.)

fino al 31/12/2019: nessuno
dal 2020: trasmissione telematica dei corrispettivi (**)

impianti diversi

benzina/gasolio utilizzati come carburanti per motori

fino al 31/12/2019: nessuno
dal 2020: avvio graduale della trasmissione telematica dei corrispettivi con apposito provvedimento

altri tipi di carburante (es. gpl, gas metano ecc.)

fino al 31/12/2019: nessuno
dal 2020: trasmissione telematica dei corrispettivi (**)

(*) Con Provv. AE 28 maggio 2018 n. 106701 sono stati definiti i termini, le informazioni da comunicare e le regole di trasmissione via Portale unico Dogane (Pud).
(**) Secondo le disposizioni ordinarie previste per i commercianti (art. 2 D.Lgs. 127/2015).

 

Cessioni a dipendenti del gruppo

Un datore di lavoro che, in forza di un contratto di netting (vedi tabella sotto) somministra carburanti per autotrazione ai dipendenti del proprio gruppo in possesso di apposita carta aziendale, non ha l'obbligo di trasmettere telematicamente i corrispettivi, essendo sufficiente la loro annotazione nel registro dei corrispettivi.

 

Netting

Contratto in cui il gestore di un impianto stradale di distribuzione carburanti si impegna, con un contratto di somministrazione, ad eseguire a favore della società petrolifera che lo rifornisce, cessioni di carburante alle società aderenti ad un sistema di tessere magnetiche, che a loro volta hanno stipulato un contratto di somministrazione con la stessa società petrolifera (Circ. Min. 12 agosto 1998 n. 205/E).

Leggi dopo