News

Comuni italiani, bilanci più chiari grazie al D.Lgs 118/2011

 

La qualità del bilancio dei comuni italiani è migliorata, grazie all’introduzione del D.Lgs 118/2011. Questo quanto emerge dalla ricerca del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili (Cndcec) “Accurual Accounting e qualità del bilancio degli enti pubblici” coordinata da Francesco  Capalbo (membro IPSASB) e da Alex Frino (docente di economia all’università di Woollongong) presentata oggi alla Camera dei deputati durante il convegno “L’armonizzazione dei bilanci delle pubbliche amministrazioni  nell’Unione europea”.

La ricerca ha analizzato la qualità dei bilanci basandosi sull’opinione di 1291 revisori dei conti degli enti locali italiani. Oltre il 60% di questi è attivo sia nella funzione di revisore di un comune che in quella di revisore o componente del collegio sindacale di entità operanti in regime esclusivo di contabilità economica. Secondo i revisori intervistati il D.Lgs 118/2011 ha aumentato la capacità del bilancio di raggiungere i principali obiettivi informativi ed ha generato un miglioramento nelle principali caratteristiche qualitative dell’informazioni contabile come la comparabilità, la verificabilità, la comprensibilità, la rappresentazione fedele, la significatività e la tempestività.

 

“Il consiglio nazionale dei commercialisti è senz’altro a favore della contabilità a base accrual” afferma Davide Di Russo, vicepresidente del Cndcec. “Ma in Italia” continua Di Russo “la riflessione è ancora lenta perché sia la legge 196/2009, sia il D.Lgs 118/2011 ne prevedono l’introduzione solo ai fini conoscitivi”. La maggior parte dei revisori intervistati ritiene, infatti, che una più decisiva evoluzione “in senso accrual” potrà portare un ulteriore e significativo miglioramento della qualità del bilancio dei comuni

I revisori ritengono che l’adozione di un modello contabile analogo a quello della società di capitali, dove la contabilità economica non è più legata ad un ruolo meramente informativo ma si pone al centro dell’intero sistema, migliorerà le capacità  del bilancio di rappresentare in modo fedele l’andamento economico e finanziario dell’ente pubblico. 

Leggi dopo