News

Convitto "funzionalmente collegato": l'AE delimita l'esenzione IVA

 

Per l’applicazione del regime di esenzione IVA (art. 10, c.1. DPR 633/72), previsto per le attività didattiche, anche alle prestazioni accessorie di vitto e alloggio, non è sufficiente l'esistenza di un rapporto convenzionale tra l'organismo che eroga le prestazioni didattiche (ed educative) e quello che fornisce le prestazioni accessorie. Si richiede, invece, un nesso istituzionale tra detti organismi, tale da consentire un legame finalizzato al conseguimento di obiettivi funzionalmente coordinati

 

Ai fini dell’individuazione di tale collegamento, è necessario tener conto:

- dell’assetto organizzativo;

 

- dei fini istituzionali del soggetto che eroga le prestazioni accessorie;

 

- delle specifiche modalità di svolgimento delle attività.

 

Le esenzioni dall’IVA devono essere interpretate restrittivamente, dal momento che costituiscono deroghe al principio generale secondo cui l’imposta è riscossa per ogni prestazione di servizi effettuata a titolo oneroso da un soggetto passivo.

Leggi dopo