News

Forfait, l'IVA non dovuta sugli insoluti si recupera con rimborso

In caso di passaggio da un regime di ordinaria applicazione dell’IVA al regime forfetario, l'IVA rimasta sospesa, relativa ai corrispettivi che un committente, ammesso a una procedura concorsuale, non ha ancora pagato, deve essere inserita nell'ultima liquidazione presentata. Per recuperarla, non è possibile esercitare il diritto alla detrazione, non contemplato dal regime forfettario, ma occorre chiederla a rimborso (Risp. AE 14 giugno 2019 n. 190).

 

Il caso

Nella fattispecie presa in analisi dalle Entrate, l'istante nel 2015 optava per la liquidazione dell’IVA secondo la contabilità di cassa, e, grazie a tale regime, che consente di posticipare l’esigibilità dell’IVA ed il suo versamento al momento dell’incasso del corrispettivo, rinviava fino al termine del 2018 il versamento dell’IVA relativa ai corrispettivi che un committente, ammesso alla procedura di amministrazione straordinaria, non ha ancora pagato. Dal 2019 intende aderire al regime forfetario e, per questo, chiede alle Entrate come gestire l’IVA rimasta sospesa e come eventualmente recuperala laddove le fatture restassero insolute.

 

Le indicazioni delle Entrate

L'istante deve:

  • far confluire nella dichiarazione relativa al periodo d’imposta 2018 l’imposta sul valore aggiunto relativa ai corrispettivi che il committente in amministrazione straordinaria non ha ancora pagato;
  • presentare istanza di rimborso entro il termine di due anni dalla data del versamento dell'imposta non dovuta ovvero, se successivo, dal giorno in cui si è verificato il presupposto per la restituzione (art. 30-ter DPR 633/1972). Al riguardo, il presupposto per la restituzione è costituito dalla definitività del piano di riparto finale, a seguito della scadenza del termine per l’opposizione dei creditori, da cui risulta l’infruttuosità della procedura.

 

Non è esperibile, invece, la soluzione proposta dall'istante, e precisamente, non è possibile emettere una nota di variazione in diminuzione per recuperare l’IVA versata e non incassata in quanto il regime forfetario non consente l’esercizio del diritto alla detrazione (art. 19 DPR 633/1972). 

Leggi dopo

Le Bussole correlate >