News

Imprese italiane, gli under 35 sono la locomotiva

I giovani trainano l’economia: le imprese a guida giovanile sono la locomotiva del tessuto imprenditoriale italiano. Lo rivela Unioncamere, che sottolinea come quasi una nuova impresa su tre (l’equivalente del 30,4% del totale) sia guidata da imprenditori sotto i 35 anni. Complessivamente, è retta da under trentacinque una impresa italiana su dieci; in alcuni settori, i giovani sono anche di più: ad esempio, settori come le attività di lotterie, scommesse e case da gioco (1 su 4), i servizi postali e attività di corrieri (1 su 5) e i servizi per gli edifici e il paesaggio (pulizia e giardinaggio), dove il 15% del totale delle imprese è giovanile.

 

Osservando le nuove iscrizioni, tuttavia, emergono dati diversi. Innanzi tutto, va osservato che al primo posto c’è il settore delle telecomunicazioni, in cui rientra quasi una nuova impresa su due (il 48,2%) di quelle aperte tra gennaio e giugno. Seguono a ruota le attività nei servizi finanziari (47,5%) e quindi, oltre il 40%, le attività delle lotterie, i servizi postali e di corriere e i servizi alla persona. Anche le attività forestali (39,7% di tutte le nuove aperture nel semestre) e quelle legate a pubblicità e ricerche di mercato (39,5% del totale delle new entry) sono a vocazione giovanile.

 

Osservando i diversi dati regionali, emerge la Sardegna come la regione in cui, nel primo semestre 2017, le imprese giovanili sono cresciute di più: +10,4%. Seguono la Basilicata (+9%, +605) e il Trentino Alto Adige (+7,9%, +740).

Leggi dopo