News

Inapplicabilità della procedura di retrocessione a semilavorato, specifiche dalle Dogane

A seguito dell’interruzione dell’attività di produzione presso impianti in precedenza autorizzati all’impiego del sistema informatizzato di controllo INFOIL, è stato richiesto alla se sia ancora possibile effettuare le operazioni di retrocessione a semilavorato dei prodotti finiti introdotti in deposito, con il conseguente annullamento del relativo carico di imposta. L'Agenzia delle Dogane ha chiarito l'ambito nella Circolare n. 2/D del 3 febbraio 2015.

 

La procedura in argomento, disciplinata dall’art. 1 comma 5 del D.M. 169/09 e da effettuarsi secondo le condizioni e con le modalità di cui all’art. 3 comma 4 della D.D. 72258/10 nonché del par. 4.2 della circolare 14/D del 10 agosto 2010, presuppone la presenza di un impianto di produzione effettivamente in attività, nel quale i prodotti energetici sono utilizzati in combinazione come combustibile per riscaldamento.

 

 

Solo in questo caso è ammessa, infatti, la reimmissione nel ciclo produttivo, promiscuamente con materie prime, semilavorati o con altri componenti, del prodotto già accertato che residua al termine delle operazioni di estrazione, con il conseguente annullamento del carico di imposta, nei limiti di cui all’art.1, comma 6 del predetto D.M.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >