News

INPS e ODCEC Milano insieme per una comunicazione più forte

Sono stati siglati ieri i Protocolli di Intesa fra l’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Milano, l’INPS DCM e l’INPS Filiale Metropolitana di Milano. L'obiettivo è di intensificare le sinergie fra i due Enti e gli strumenti a disposizione degli intermediari. A presentare l'intesa c’erano, tra gli altri, Marcella Caradonna, Presidente di ODCEC Milano, Gregorio Tito, Direttore di Coordinamento Metropolitano di Milano, e Tullio Ferretti, Direttore di Filiale Metropolitana di Milano.

 

Tra le principali novità, si legge nell'allegato Comunicato stampa, c’è l’istituzione di uno sportello che ODCEC Milano metterà a disposizione dei suoi iscritti tramite una postazione pc collegata a Skype presso la sede dell’Ordine, grazie alla quale i commercialisti potranno mettersi in contatto con un funzionario dell’INPS filiale metropolitana di Milano, previa richiesta di appuntamento tramite il sito dell’Ordine stesso. Queste occasioni saranno riservate a questioni che presentino particolari caratteristiche di complessità che non sia stato possibile risolvere attraverso le normali procedure previste dal protocollo. Lo scopo è quello di fornire un’ulteriore occasione di confronto qualificato e di supporto nell’esercizio della professione. Inoltre, l’INPS creerà un gruppo chiuso su Facebook tramite il quale comunicherà novità e informazioni agli iscritti di ODCEC Milano che vorranno prendervi parte e che potranno, al tempo stesso, interagire con l’Istituto commentando le notizie pubblicate. 

 

L’INPS sottoscrivendo i protocolli ha previsto la possibilità di segnalare all’Ordine eventuali comportamenti anomali, reiterati nel tempo, da parte di intermediari iscritti all’Ordine: ciò rappresenta un atto di sensibilizzazione per il rispetto del protocollo e dell’impegno reciproco fra i due Enti. Si è convenuto, anche, di prevedere l’attivazione di tavoli di confronto in relazione a procedure concorsuali, in considerazione della specificità degli interlocutori coinvolti e delle problematiche sottese.

 

Leggi dopo