News

INTRASTAT, prosegue la strada della tolleranza

Eventuali ritardi di trasmissione dei modelli INTRASTAT, rispetto alla scadenza di fine marzo, non saranno sanzionati. E presto verrà emanato un provvedimento di semplificazione volto a ridurre la platea dei contribuenti soggetti agli obblighi di comunicazione.

 

Sono queste le due novità rese note ieri dall’Agenzia delle Entrate e dalle Dogane tramite un comunicato congiunto diffuso nel tardo pomeriggio. Le indicazioni fornite mirano a circoscrivere la confusione (e la conseguente compressione della certezza del diritto) ingenerata dalla recente successione di norme in materia di obblighi di comunicazione dei dati relativi agli acquisti intracomunitari di beni ed alle prestazioni di servizi ricevute da soggetti stabiliti in un altro Stato membro dell’Unione europea. Tali obblighi, difatti, erano stati inizialmente soppressi, a decorre dagli elenchi relativi al 2017, dalle disposizioni del Decreto Fiscale, per poi essere reintrodotti, per tutto l’anno in corso, dal cd. “Milleproroghe” (art. 13, co. 4-ter, D.L. n. 244/2016, conv. L. n. 19/2017). Data l’incertezza sulla prima scadenza di fine febbraio, le Agenzie fiscali erano già intervenute lo scorso 17 febbraio per chiarire che l’obbligo di trasmissione delle comunicazioni Intra-2 permaneva, ai soli fini statistici, a carico dei soli soggetti passivi IVA già tenuti alla presentazione mensile di detti modelli, garantendo la non applicazione delle sanzioni in caso di ritardo o di errori.

 

Ora l’Amministrazione finanziaria riconosce e rinnova la medesima tolleranza: le sanzioni non saranno applicate neppure rispetto alla scadenza di fine marzo. E non è questa la sola novità: è in corso di preparazione il provvedimento di semplificazione previsto dalla L. n. 19/2017, volto a ridurre significativamente la platea dei soggetti obbligati e le variabili oggetto delle comunicazioni Intrastat. “In merito alle semplificazioni – hanno specificato le Agenzie - saranno sentiti i rappresentanti delle categorie economiche interessate e sarà garantita tempestiva comunicazione delle semplificazioni previste al fine di rispettare le tempistiche necessarie per l’adeguamento delle procedure informatiche”.  

Leggi dopo

Le Bussole correlate >