News

L’UNGDCEC in aiuto dei giovani: convenzioni per l’avvio dello studio professionale

16 Aprile 2018 | Professionisti

L’Unione Giovani Commercialisti ed Esperti Contabili inaugura il primo numero della sua newsletter, dedicata alle iniziative dell’associazione. Nelle sei pagine reperibili sul sito dell’UNGDCEC si parla specialmente delle iniziative che l’Unione ha concluso per incoraggiare e facilitare l’avvio di uno studio e del progetto varato dall’associazione per abbattere i costi dei giovani commercialisti.

 

«Al 1° gennaio 2017 – spiega, nell’introduzione al documento, il Presidente Daniele Virgillito – in Italia i dottori commercialisti e gli esperti contabili iscritti all’Albo ammontano complessivamente a 117.916, crescendo per la prima volta dopo molti anni ad un ritmo inferiore all’1% corrispondente (+0,5%). Il numero delle donne, under 43, che si affaccia alla professione cresce progressivamente colmando fortunatamente pressoché per intero il gap con i colleghi uomini. Prosegue lenta e preoccupante, invece, la riduzione dei giovani (17,4%) che appaiono sempre meno interessati ad intraprendere la nostra professione».

 

Virgillito ritiene che per incentivare i giovani affinché scelgano la professione e possano inserirsi competitivamente nel contesto lavorativo sia necessario incentivarli. Ecco perché l’Unione intende dare un supporto ai giovani iscritti all’associazione «abbattendo una delle principali barriere per lo Start-Up dello studio: i costi. Attraverso la nostra rete di partnership abbiamo sviluppato una serie di convenzioni per agevolare l’avvio dello studio professionale. Start-Up Unione è un sistema integrato di convenzioni che limita e contiene le principali voci di costo: il software gestionale (Bluenext), l’assicurazione professionale (Aon) e la connettività (Vodafone) diventano commodities attestandosi su tariffe che contano complessivamente meno di 100 euro al mese. E questo è solo l’inizio».

Leggi dopo