News

Liquidazioni sopra il milione di euro, in arrivo gli alert

L’Agenzia delle Entrate sta per inviare una nuova tranche di alert. Questa volta nel mirino del Fisco ci sono le indennità e i compensi legati alla cessazione di un rapporto di lavoro dipendente o di collaborazione coordinata e continuativa di ammontare eccedente il milione di euro. Per tali indennità, il cui diritto alla percezione è sorto a decorrere dal 1° gennaio 2011,  l’art. 24 del Decreto Salva Italia (D.L. n. 201/2011) ha previsto l’assoggettamento a tassazione ordinaria invece che separata.

 

Dando seguito al nuovo modello di compliance adottato, l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei contribuenti le informazioni riguardanti possibili anomalie, presenti nelle dichiarazioni dei redditi, emerse a seguito dell’esame dei dati dichiarati dai percipienti e di quelli comunicati dai sostituti d’imposta che hanno erogato agli stessi le indennità di fine rapporto e altre indennità equipollenti. Gli alert saranno inviati per posta con Raccomandata A/R.

 

Così stabilisce il Provvedimento n. 97991/2016 pubblicato ieri pomeriggio dalle Entrate che definisce anche le modalità con cui il contribuente raggiunto dall’alert può richiedere informazioni o segnalare all’Agenzia eventuali elementi, fatti e circostanze dalla stessa non conosciuti: tramite l’invio di una email all’indirizzo di posta elettronica dell’Agenzia delle entrate riportato nella comunicazione stessa.

 

I contribuenti che decideranno di regolarizzare la propria posizione sulla base dell’anomalia segnalata potranno avvalersi dell’istituto del ravvedimento operoso, beneficiando delle previste riduzioni delle sanzioni per infedele dichiarazione in ragione del tempo trascorso dalla commissione delle violazioni stesse, così come previsto dal riformato art. 13, D.Lgs. n. 472/97.

Leggi dopo