News

Lista Falciani, accertamento legittimo se il conto svizzero è nascosto al Fisco italiano

Accertamento IRPEF legittimo se il contribuente ha nascosto al Fisco il conto corrente svizzero (Cass. 28 novembre 2019 n. 31085).

 

I giudici della Cassazione hanno respinto il ricorso di un presunto evasore, i conti all’estero del quale erano emersi nell’ambito della vicenda della lista Falciani.

 

La Quinta Sezione Civile ha affermato che, in tema di presunzioni semplici, gli elementi di prova non devono necessariamente essere più di uno: il giudice può fondare il proprio convincimento su uno solo di essi, purché grave e preciso, dovendo il requisito della concordanza ritenersi menzionato dalla legge solo in previsione di un eventuale, ma non necessario, concorso di più elementi presuntivi.

 

Il giudice di merito aveva fondato la sua decisione correlando il principio di diritto relativo all’utilizzabilità della lista Falciani, al pari di qualsiasi altro elemento indiziario, partendo dal fatto che il contribuente era intestatario di un conto corrente in un Paese allora a fiscalità privilegiata, di cui non aveva fatto denuncia a fini fiscali. La non contestata presenza di disponibilità finanziarie sul conto aperto presso l’Istituto bancario elvetico lasciava ritenere, seppure a livello presuntivo, che l’Amministrazione, mediante la raccolta dei dati emergenti dal conto corrente bancario, abbia assolto il suo onere probatorio.

 

Leggi dopo