News

MISE, al via uno studio sulla facilità di fare impresa in Italia

03 Ottobre 2018 | Impresa

Un nuovo studio valuterà la facilità di fare impresa in Italia. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha annunciato che il Gruppo della Banca Mondiale ha avviato ieri un incontro al MISE, presieduto dal Sottosegretario Michele Geraci, sul nuovo studio “Subnational Doing Business” finalizzato a misurare le regolamentazioni applicate alle imprese ed il conseguente impatto sugli imprenditori locali in diverse località d’Italia. Si tratta di un progetto finanziato dalla Direzione Generale per la Politica Regionale e Urbana della Commissione Europea, che si propone di confrontare l’attuale panorama normativo relativo alle seguenti aree tematiche: avvio d’impresa, ottenimento dei permessi edilizi, acquisizione di una fornitura di energia elettrica, trasferimento di proprietà immobiliari e risoluzione di dispute commerciali.

 

Per ciascuna di esse saranno identificate le buone pratiche esistenti sia nella capitale che in altre dodici città italiane (Ancona, Bari, Bologna, Cagliari, Firenze, Genova, Milano, Napoli, Padova, Palermo, Reggio Calabria e Torino). L’obiettivo del nuovo governo, ha evidenziato il professor Geraci, è quello di favorire soprattutto gli investimenti greenfield e brownfield (a maggior impatto sull’occupazione, l’export e il Pil), particolarmente nei settori dei trasporti e delle infrastrutture, con un’attenzione speciale agli investimenti nel Sud Italia.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >