News

Mod. 730 integrativo: presentazione entro venerdì 25 ottobre

22 Ottobre 2019 |

Art. 14 DM 31 maggio 1999 n. 164

Modello 730

Entro venerdì 25 ottobre, i soggetti che devono modificare a proprio favore il mod. 730 presentato nei termini ordinari direttamente o tramite datore di lavoro, CAF o professionista abilitato, devono inviare all’AE un Mod. 730 integrativo. Per modifica a proprio favore si intende la modifica che comporta un rimborso, un minor debito (es. per oneri non precedentemente indicati) o un’imposta invariata.

Il Mod. 730 integrativo non è altro che un nuovo Mod. 730 ordinario, a cui va allegata tutta la documentazione (non solo quella integrativa) e va presentato a un CAF o a un professionista abilitato. In caso di presentazione del Mod. 730 originario a un CAF o professionista, il Mod. 730 integrativo può essere consegnato anche ad altri CAF o professionisti abilitati (diversi da quelli della dichiarazione originaria).

Alternativamente al Mod. 730 integrativo, è possibile presentare il Mod. Redditi entro i termini ordinari (2 dicembre 2019), entro il termine per la presentazione del Mod. Redditi relativo all'anno successivo oppure entro il 31 dicembre del quinto anno successivo a quello in cui è stato presentato il Mod. 730.

Si ricorda, infine, che in caso di modifica a sfavore (maggior debito o minor credito), non è possibile presentare un Mod. 730 integrativo ma va presentato un Mod. Redditi nei termini sopra indicati. In tal caso, si versano direttamente le maggiori imposte, gli interessi e le sanzioni in misura ridotta, senza possibilità di rateizzarle.

Leggi dopo