News

Otto per mille, pubblicati i dati 2019

 

Sono stati pubblicati sul sito web del Dipartimento delle Finanze i dati statistici relativi alle scelte dell'otto per mille riferiti all’anno di erogazione 2019. Disponibili anche i dati provvisori delle scelte relative agli anni di erogazione 2020 e 2021.

 

Su 40 milioni e 770 mila contribuenti, 17 milioni e 600 mila hanno effettuato la scelta della destinazione dell’otto per mille. Oltre 23 milioni non ha espresso alcuna preferenza. La stragrande maggioranza delle scelte è ricaduta sulla Chiesa Cattolica (14 milioni di preferenze, in calo rispetto allo scorso anno) seguita, come consuetudine, dallo Stato (2 milioni e 564 mila indicazioni, in aumento). A seguire, i Valdesi (565mila preferenze, in aumento rispetto allo scorso anno) e quindi le Comunità Ebraiche (60 mila, in aumento), le Assemblee di Dio (41 mila, in aumento), i Luterani (30 mila, in diminuzione) e le Chiese Avventiste (23mila, stabile).

Ai fini dell'interpretazione dei dati, si ricorda che, per la Chiesa Cattolica, a differenza delle altre Confessioni, il meccanismo prevede l'erogazione di un acconto e di un conguaglio (riferito al terzo anno precedente). Nel caso di scelte non espresse il riparto è effettuato nella stessa proporzione delle scelte esplicite, con l'eccezione di alcune Confessioni che hanno deciso di rinunciare alla quota loro spettante delle scelte non espresse.

Leggi dopo