News

Parlamento lavori in corso: emendamenti al DDL Bilancio

14 Novembre 2019 | Impresa

Sommario

A.S. 1586 - DDL Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022 - Emendamenti |

A.S. 1586 - DDL Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022 - Emendamenti

Qui di seguito si riportano i principali emendamenti recepiti relativi al DDL 1586:

- G/1586 Sez I/1/2            

Ostellari, Pillon, Emanuele Pellegrini

La 2ª Commissione Giustizia

Impegna il Governo a valutare l'opportunità di estendere il regime fiscale agevolato previsto per le controversie individuali di lavoro anche alle procedure giudiziali aventi ad oggetto il recupero del credito costituito da compenso professionale.

 

- G/1586 Sez I/2/2

Ostellari, Pillon, Emanuele Pellegrini

La 2ª Commissione Giustizia

Impegna il Governo a valutare l'opportunità di sottoporre a detrazione fiscale le spese sostenute per i servizi forniti da professionisti iscritti ad ordini e collegi professionali o altre categorie professionali riconosciute dalla normativa, per le quali non sia già prevista una specifica detrazione, entro il limite annuo complessivo di euro 1.500, a condizione che le suddette spese siano pagate utilizzando uno strumento che garantisca la tracciabilità dei flussi finanziari, e che la detrazione venga ridotta al 5% dei compensi corrisposti, laddove i servizi professionali siano resi da soggetti che operano ai sensi del regime fiscale previsto dall'art. 1, c. 54 e seguenti, L. 190/2014.

 

- G/1586 Sez I/1/9

De Bonis

La 9ª Commissione Agricoltura e produzione agroalimentare

Impegna il Governo a prevedere per le aziende agricole, per gli imprenditori agricoli, per gli allevatori e per i pescatori, la sospensione, almeno per 24 mesi, di ogni azione di recupero per mancati versamenti dei contributi dovuti all'Istituto nazionale della previdenza sociale (INPS), nonché dei pagamenti di imposte, di tasse e di sanzioni dovuti alle banche, allo Stato, alle regioni e agli enti locali e all'Istituto di servizi per il mercato agricolo alimentare (ISMEA); al fine di agevolare il rilancio dell'economia agricola e di sostenere le imprese in difficoltà, a prevedere la sospensione, almeno per 24 mesi, delle procedure fallimentari e ogni procedura esecutiva per espropriazione immobiliare promosse nei confronti di aziende agricole, di imprenditori agricoli, di allevatori e di pescatori da applicarsi a tutte le procedure pendenti, per le quali non è stato ancora emesso dal giudice il decreto di trasferimento all'aggiudicatario; a prevedere l'istituzione di un programma di interventi rivolti al salvataggio e alla ristrutturazione delle imprese agricole (compresi allevamento e pesca) danneggiate da eventi eccezionali conseguenti a gravi crisi di mercato o che si trovano comunque in difficoltà (es. conferimenti di capitale, erogazione di crediti, cancellazione di esposizioni debitorie, riduzione della base imponibile dell’Irpef e dell’Ires pari al 30%).

 

- G/1586 Sez I/4/9

De Bonis

La 9ª Commissione Agricoltura e produzione agroalimentare

Impegna il Governo ad estendere la cosiddetta «rottamazione-ter» agli accertamenti IMU agricola 2014 e 2015.

 

- G/1586 Sez I/2/11

Toffanin, Gallone

La 11ª Commissione Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale

Impegna il Governo a valutare la possibilità di adottare misure volte a stabilire che per compenso equo si intende un compenso proporzionato alla quantità e alla qualità del lavoro svolto, tenendo conto della natura, del contenuto e delle caratteristiche della prestazione professionale; ad assumere per la misura dell'equità del compenso il riferimento ai parametri vigenti nell'impiego al contenzioso; a stabilire che il compenso inferiore ai minimi stabiliti dai parametri vigenti si deve ritenere iniquo; a prevedere la garanzia del rispetto dell'equo compenso da parte della pubblica amministrazione, in attuazione dei princìpi di trasparenza, buon andamento ed efficacia delle proprie attività, in relazione alle prestazioni rese dai professionisti in esecuzione di incarichi conferiti.

 

- G/1586 Sez I/3/11

Nannicini, Laus

La 11ª Commissione Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale

Impegna il Governo ad approvare, in riferimento alle zone colpite dal sisma del Centro Italia,  provvedimenti che prevedano misure fiscali di vantaggio, come una zona no tax area, per le imprese e per le persone presenti nel territorio o per coloro che vogliono investire o trasferire la propria residenze nei comuni montani dell'entroterra che hanno subito ingenti danni al patrimonio immobiliare pubblico e privato nella misura oltre il 70 per cento.

 

 - G/1586 Sez I/4/11

Nannicini, Laus

La 11ª Commissione Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale

Impegna il Governo, tra le altre, ad estendere il «bonus facciate» che prevede la detraibilità dall'imposta lorda sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) del 90 per cento delle spese documentate, senza limiti di spesa, presente nella legge di Bilancio, anche agli interventi per la rimozione o il superamento della barriere architettoniche negli spazi comuni.

 

- G/1586 Sez I/5/11

Nannicini, Laus

La 11ª Commissione Lavoro pubblico e privato, previdenza sociale

Impegna il Governo a completare l'iter della riforma del Terzo settore in tempi rapidi, ripristinare le risorse ed aumentarne la dotazione dei fondi per il finanziamento di progetti e attività di interesse generale nel Terzo settore e per Interventi a sostegno degli enti del Terzo settore e prevedere un aumento del tetto di spesa per il 5x1000 adeguato alla volontà dei contribuenti.

 

- G/1586/7/12

Rizzotti, Stabile, Binetti, Siclari

La 12ª Commissione Igiene e sanità

Impegna il Governo ad aumentare i limiti di legge per le spese veterinarie, attualmente pari al 19% entro un limite massimo di spesa di euro 387,34, portandole fino ad euro 1.000.

 

- G/1586/22/12

Stabile, Rizzotti

La 12ª Commissione Igiene e sanità

Impegna il Governo a valutare l'opportunità di applicare l'aliquota fiscale del 15% alle retribuzioni della dirigenza medica, veterinaria e sanitaria, derivanti dalla effettuazione di prestazioni aggiuntive richieste dalle aziende sanitarie per l'abbattimento delle liste di attesa.

 

(A.S. 1586)

 

AREA FISCALE

Argomento

Provvedimento

Assegnato

Sede

Stato

Già approvato

Prossime fasi

N. atto

Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022

DDL Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2020 e bilancio pluriennale per il triennio 2020-2022

Commissioni Senato

Consultiva

Esame

-

Approvazione Camera e Senato

A.S. 1586

 

Leggi dopo