News

Partite IVA in aumento rispetto al 2016

Ieri il Dipartimento delle Finanze ha pubblicato le statistiche riguardanti le aperture delle Partite IVA nell’anno 2017. I dati certificano un aumento dei nuovi avvii dell'1,2% rispetto al 2016. In totale sono state aperte circa 512 mila nuove Partite IVA.

 

Il commercio resta il settore che riscuote maggiore successo: da solo raccoglie il 21% del totale delle nuove aperture, seguito dalle attività professionali (14,7%) e dall’agricoltura (10,9%). I settori che hanno registrato il maggior incremento sono la sanità (+13,3%), le attività professionali (+10,5%) e l’istruzione (+6,1%). Mentre perdono punti il commercio (-6,7%), l’agricoltura (-3,1%) e, seppur di lieve entità, le attività finanziarie (- 0,5%).   

 

A livello geografico, il 42,5% delle nuove aperture è localizzato al Nord, il 22,3% al Centro e quasi il 35% al Sud ed Isole. Rispetto all’anno 2016, i maggiori incrementi di avviamenti si sono registrati in Valle d’Aosta (+9,4%), Sicilia (+7,8%) e Marche (+5%). Le flessioni più significative riguardano, invece, la Basilicata (-8,3%), il Molise (- 6,9%) e la Calabria (-6%).

 

Altro dato interessante è la percentuale, tra coloro che hanno aperto le nuove partite, di nati all’estero che sale al 17%. Stando ai dati pubblicati, i soggetti che nel 2017 hanno aderito al regime forfetario risultano 182.519, pari a il 35,7% del totale delle nuove aperture, con un aumento del 9,1% in confronto all’anno 2016.

Leggi dopo

Le Bussole correlate >