News

PMI: in due mesi emessi mini bond per 1 miliardo di euro

Si diffonde sempre di più tra le piccole e medie imprese lo strumento dei mini bond, le obbligazioni che consentono di accedere al mercato per reperire risorse di finanziamento in alternativa al credito bancario. Con nota diffusa ieri, infatti, il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha reso noti i dati più recenti relativi all’utilizzo dei mini bond: sono ben 22 le PMI che per la prima volta si sono affacciate sul mercato dei capitali negli ultimi due mesi, emettendo mini bond per un valore pari complessivamente a circa 1 miliardo. Le emissioni vanno da un minimo di 5 milioni di euro ad un massimo di 200 milioni di euro

Come si legge nella nota, un notevole impulso ai mini bond (introdotti, lo ricordiamo, dal d.l. n. 83/2012) è stato dato, da ultimo,  dalle norme introdotte nel Decreto Competitività (d.l. n. 91/2014), che all’art. 21, comma 2, ha introdotto un regime fiscale di vantaggio a favore di questa tipologia di obbligazioni, modificando il comma 9-bis dell’art. 32 del d.l. n. 83/2012

Il potenziamento dei mini bond rientra nella missione “Finanza per la Crescita”, voluta dal Ministro dell’Economia Padoan e dal Ministro dello Sviluppo Economico Guidi, per rafforzare e diversificare gli strumenti di finanziamento delle imprese, soprattutto quelle piccole e medie, e favorire così il rilancio degli investimenti. ‘’Le nuove misure adottate dal governo per favorire il ricorso ai bond – ha spiegato il ministro Padoan – stanno dando risultati importanti, dimostrandosi uno strumento appetibile e di sostegno alle PMI in un contesto macroeconomico non facile. Abbiamo intenzione di portare questa esperienza all’attenzione dei partner europei in occasione dell’Ecofin informale di Milano a settembre’’. 

Leggi dopo