News

Pubblicata la nuova versione dei Principi di vigilanza e controllo dell'Organo di revisione degli Enti Locali

La Fondazione Nazionale dei Commercialisti e il Consiglio Nazionale hano pubblicato la nuova versione dei Principi di vigilanza e controllo dell'Organo di revisione degli Enti Locali, codice etico e di comportamento per l'organo di controllo degli enti, vademecum operativo costituito da 12 princìpi sui controlli generali e specifici che il revisore dovrà adottare nello svolgimento del suo incarico.

 

Il documento, sinergia tra Consiglio Nazionale dei Commercialisti, Ministero dell'Interno, Ministero dell'Economia e delle Finanze e Corte dei Conti, costituisce un aggiornamento della versione precedente evidenziando, nell’ambito di ciascun principio, l’importanza della pianificazione dell’attività di revisione. «Il volume risponde all’esigenza del professionista di disporre di un’impostazione metodologica per affrontare adeguatamente l’incarico e munirsi di un supporto operativo idoneo all’efficiente svolgimento della delicatissima funzione di vigilanza e controllo negli enti locali», spiegano i consiglieri delegati Davide Di Russo e Remigio Enrico Maria Sequi.

 

Massimo Miani, presidente del Consiglio Nazionale, illustra che «il volume propone una metodologia comune di riferimento per i professionisti, che accompagna nelle varie fasi dell’attività di vigilanza e controllo, e si contraddistingue per la semplicità della trattazione e la praticità del taglio, con continui riferimenti alla realtà operativa, approfondendo le varie tematiche e fornendo linee guida utili ad affrontare in modo efficace ed efficiente l’incarico».

 

I 12 princìpi che si focalizzano, quindi, sulle funzioni di vigilanza e collaborazione dell'organo con l'Ente, sulle attività di verifica e, in particolare, sulle procedure di revisione e sulle tecniche di campionamento. «L'attività dell'Organo di revisione – osserva il vademecum – deve essere ispirata ai criteri delineati dai principi di vigilanza e controllo che rappresentano una regola etico-professionale cui uniformarsi nella formulazione del giudizio e il cui adempimento costituisce un parametro di riferimento per valutare il corretto esercizio della funzione di revisione».

Leggi dopo

Le Bussole correlate >