News

Reddito di cittadinanza, ecco i requisiti

Gli aspiranti beneficiari del reddito di cittadinanza, per poter ottenere l’assegno mensile, devono possedere tutti e otto i requisiti, previsti dal D.L. n. 4/2019, già al momento di presentazione della domanda e per tutta la durata di erogazione del beneficio. Tali requisiti si dividono in tre categorie: cittadinanza, reddito, veicoli. Eccoli nel dettaglio.

 

Cittadinanza

Con riferimento ai requisiti di cittadinanza, residenza e soggiorno, il componente del nucleo familiare che richiede il beneficio deve essere:      

  • in possesso della cittadinanza italiana o di Paesi facenti parte dell'Unione europea, ovvero suo familiare che sia titolare del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente, ovvero cittadino di Paesi terzi in possesso del permesso di soggiorno UE per soggiornanti di lungo periodo;      
  • residente in Italia per almeno 10 anni, di cui gli ultimi due, considerati al momento della presentazione della domanda e per tutta la durata dell'erogazione del beneficio, in modo continuativo;

Reddito

Con riferimento ai requisiti reddituali e patrimoniali, il nucleo familiare deve possedere:      

  • un valore ISEE inferiore a 9.360 euro;      
  • un valore del patrimonio immobiliare, come definito a fini ISEE, diverso dalla casa di abitazione, non superiore ad una soglia di euro 30.000;      
  • un valore del patrimonio mobiliare, come definito a fini ISEE, non superiore a una soglia di euro 6.000, accresciuta di euro 2.000 per ogni componente il nucleo familiare successivo al primo, fino ad un massimo di euro 10.000, incrementato di ulteriori euro 1.000 per ogni figlio successivo al secondo. Tali massimali sono ulteriormente incrementati di euro 5.000 per ogni componente con disabilità, come definita a fini ISEE, presente nel nucleo;      
  • un valore del reddito familiare inferiore ad una soglia di euro 6.000 annui moltiplicata per il corrispondente parametro della scala di equivalenza prevista dal nuovo Decreto (il parametro è pari a 1 per il primo componente del nucleo familiare, incrementato di 0,4 per ogni ulteriore componente maggiorenne, 0,2 per ogni componente minorenne, fino a un massimo di 2,1). La predetta soglia è incrementata ad euro 7.560 ai fini dell’accesso alla Pensione di cittadinanza (riconosciuta ai nuclei familiari composti esclusivamente da uno o più componenti di età pari o superiori a 67 anni). In ogni caso la soglia è incrementata ad euro 9.360 nei casi in cui il nucleo familiare risieda in abitazione in locazione, come da dichiarazione sostitutiva unica (DSU) ai fini ISEE;

 

Veicoli

Con riferimento al godimento di beni durevoli:      

  • nessun componente il nucleo familiare deve essere intestatario a qualunque titolo o avente piena disponibilità di autoveicoli immatricolati la prima volta nei sei mesi antecedenti la richiesta, ovvero di autoveicoli di cilindrata superiore a 1.600 cc, motoveicoli di cilindrata superiore a 250 cc, immatricolati la prima volta nei due anni antecedenti, esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli per cui è prevista una agevolazione fiscale in favore delle persone con disabilità;      
  • nessun componente deve essere intestatario a qualunque titolo o avente piena disponibilità di navi e imbarcazioni da diporto.

 

Si segnala infine che, ai sensi del nuovo Decreto, non hanno diritto al reddito di cittadinanza i nuclei familiari che hanno tra i componenti soggetti disoccupati a seguito di dimissioni volontarie nei dodici mesi successivi alla data delle dimissioni, fatte salve le dimissioni per giusta causa. Il Rdc è, invece, compatibile con il godimento della NASPI (Nuova prestazione di Assicurazione Sociale per l'Impiego), e di altro strumento di sostegno al reddito per la disoccupazione involontaria ove ricorrano le condizioni di cui al presente articolo. Ai fini del diritto al beneficio e della definizione dell’ammontare del medesimo, gli emolumenti percepiti rilevano secondo quanto previsto dalla disciplina dell'ISEE.

 

 

 

Leggi dopo

Le Bussole correlate >