News

Regime forfettario: in arrivo i controlli dell'AE

 

Previsti controlli dell’AE sui contribuenti in regime forfettario (ai sensi L. 145/2018). Questa la risposta del MEF all’interrogazione n. 5- 02411, in Commissione Finanze della Camera.

 

La questione sorge dalla considerazione che il nuovo regime agevolato "sembrerebbe incentivare la trasformazione delle società in ditte individuali, al solo fine di beneficiare delle agevolazioni fiscali" (art. 1, c. 54-89 , L. 190/2014, come modificato dalla legge di Bilancio 2019). 

 

L’attività di controllo verrà svolta sia nei confronti di contribuenti in partita IVA che adottano il regime per la prima volta nel 2019, sia nei confronti di coloro che già vi rientravano in precedenza.

 

In aggiunta, si rileva che:

-       le modifiche apportate dalla legge di Bilancio non hanno interessato la struttura del regime: il vantaggio è quindi connaturato all’impianto stesso del regime;

-       è stata modificata la causa di esclusione, in senso restrittivo, riferita alla contestuale partecipazione del soggetto in regime forfetario ad una società, al fine di evitare fenomeni elusivi;

-       l'accesso al regime è precluso alle persone fisiche la cui attività sia esercitata prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso (od erano intercorsi) rapporti di lavoro nei due precedenti periodi di imposta;

-       il comportamento elusivo non è legato necessariamente ad una «trasformazione» di società in ditte individuali, poiché può essere posto in essere da soggetti che ricorrano a terzi per la fatturazione dei ricavi eccedenti;

-       saranno messi in campo presidi, accessi diretti per la verifica e attività di analisi del rischio, finalizzati ad evitare l'adozione del regime da soggetti che non possiedano i requisiti previsti.

Leggi dopo