News

Rimborsi IVA, istanze entro domenica 30 settembre senza slittamenti

Il termine del 30 settembre, previsto dalla Direttiva 2008/9/CE, per la presentazione delle istanze di rimborso IVA è perentorio e non prorogabile al successivo giorno lavorativo. Quindi, sebbene quest’anno il termine cada di domenica, non slitta a lunedì 1° ottobre. A precisarlo è una breve nota  dell’Agenzia delle Entrate pubblicata ieri sul sito istituzionale dell’Amministrazione finanziaria.

 

Si ricorda che l’istanza in questione può essere presentata da tre categorie di soggetti, e precisamente:

  • i soggetti stabiliti in Italia che hanno assolto l’IVA in uno Stato membro dell’Unione Europea in relazione a beni e servizi ivi acquistati e importati nello stesso Stato UE;
  • i soggetti stabiliti in un altro Stato membro UE che hanno assolto l’IVA in Italia in relazione a beni e servizi ivi acquistati e importati;
  • i soggetti stabiliti in Stati non appartenenti all’Unione Europea con cui esistono accordi di reciprocità che hanno assolto l’IVA in Italia in relazione a beni e servizi ivi acquistati e importati.

 

Per quanto concerne la modalità di presentazione, a seconda del soggetto richiedente si dovranno utilizzare i canali predisposti. Nel dettaglio:

  • i soggetti passivi IVA stabiliti nel territorio dello Stato, presentazione con modalità telematica;
  • i soggetti passivi IVA stabiliti in altri Stati membri dell'Unione Europea, presentazione dell'istanza in via telematica allo Stato membro ove sono stabiliti;
  • i soggetti passivi IVA stabiliti in Stati non appartenenti all'Unione Europea con cui esistono accordi di reciprocità, presentazione modello IVA 79 al Centro Operativo di Pescara.
Leggi dopo