News

Rimozione dell’amianto, arriva il codice tributo

Gli interventi di rimozione dell’amianto effettuati nel corso dell’anno 2016 danno diritto ad un vantaggio fiscale. Con la Risoluzione 109/E pubblicata ieri dall’Agenzia delle Entrate, il Fisco ha istituito il nuovo codice tributo per l’utilizzo in compensazione, mediante il modello F24, del credito d’imposta relativo agli interventi di bonifica dall’amianto.

 

Infatti, l’articolo 56, comma 1, della legge 28 dicembre 2015, n. 221, ha attribuito un credito d’imposta pari al 50 per cento delle spese sostenute ai soggetti titolari di reddito d’impresa che, nell’anno 2016, hanno effettuato interventi di bonifica dall’amianto su beni e strutture produttive ubicate nel territorio dello Stato. Il credito d’imposta è utilizzato in compensazione presentando il modello F24 esclusivamente tramite i servizi telematici messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate.

 

Come di consueto, l’Agenzia spiega come utilizzare il nuovo codice (“6877” denominato “Credito d’imposta per interventi di bonifica dall’amianto”), che è da esporre nella sezione “Erario”, in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “importi a credito compensati” ovvero, nei casi in cui il contribuente debba procedere al riversamento dell’agevolazione, nella colonna “importi a debito versati”. Come sempre, il campo “anno di riferimento” è valorizzato con l’anno di sostenimento della spesa, nel formato “AAAA”.

Leggi dopo